Mirkoeilcane è stato chiamato dall’organizzazione del Festival per consegnare il Premio Enzo Jannacci NUOVO IMAIE a Tecla Insolia: “Avendolo io vinto in edizioni precedenti tocca a me passare il testimone” ha spiegato il cantautore ai microfoni di RockOl.

“Al di là del personaggio a cui è intitolato” ha spiegato Mirko ai microfoni del magazine musicale “Che per me è un mostro sacro, un punto di riferimento, è proprio un riconoscimento che viene da un ente Nuovo Imaie , ndr – che si occupa di tutelare veramente chi fa musica da dietro le quinte, da dentro, quelli che registrano i dischi, quelli che fanno gli attori, insomma si occupa di tutte quelle persone che magari non percepirebbero molto dai loro diritti e invece loro vanno a ricercare tutto il necessario. Insomma, una vera tutela, e quindi sono contento di essere un rappresentante di questo modo di vedere le cose”.

Nell’intervista Mirkoeilcane svela qualcosa sul suo futuro discografico… e sul fatto che ha composto tanti brani “Per i prossimi 30 Sanremo”.

Nel corso dell’intervista RockOl gli chiede anche un giudizio su questa edizione del Festival: “Alcune canzoni mi hanno sorpreso; alcuni artisti che avevo visto in maniera differente mi hanno fatto cambiare idea, facendomi rendere conto di aver dato un giudizio affrettato. Questa, per me, è la funzione del Festival“.